Storico convegni

Il Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare si collega durante l'anno ad una serie di eventi e percorsi formativi esterni, anche organizzati da terzi, utili ad aggiornare le conoscenze acquisite durante lo svolgimento delle lezioni.

CONVEGNO del 26.05.2017

L'ORIGINE DEI PRODOTTI FRA CODICE DOGANALE UE E DISCIPLINA DELL'ETICHETTATURA

Giornata finale Corso di Alta Formazione addetti Import - Export e Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare

Programma
Ore 9,30: saluti ed introduzione lavori
Ore 9,45: La comunicazione commerciale delle caratteristiche dei prodotti alimentari: novità ed aggiornamenti normativi.
RelatoreDott. Giuseppe DE GIOVANNI, già dirigente MISE, esperto di legislazione alimentare
Al termine della lezione verrà presentato il nuovo volume del dott. De Giovanni di commento al regolamento UE 1169/2011 concernente le informazioni sugli alimenti ai consumatori 
Ore 12,30: Test finale CAFLA - CAFIE
Ore 13,00: pausa buffet
Ore 14,00: La disciplina dell'origine nel nuovo codice doganale dell'Unione europea, ad un anno dalla sua applicazione
Relatore: Dott. Simone DEL NEVO, doganalista, Studio Del Nevo Parma
Ore 15,30: Brevi note sull'origine dei prodotti provenienti dalla UE, dai Paesi Terzi ed in merito ad alcuni recenti provvedimenti italiani in materia.
RelatoreAvv. Vito RUBINO, Direttore CAFLA - CAFIE
Ore 16,30: comunicazione esito test e distribuzione attestati di partecipazione.
Ore 17,00: conclusione lavori

CONVEGNO del 20.05.2016

LE NUOVE FRONTIERE DEL MERCATO ALIMENTARE

Palazzo Borsalino, ore 9.30 - 16.30

Il raggiungimento di una elevata maturità del consumatore europeo di alimenti ha progressivamente spostato le esigenze di mercato dalla semplice richiesta di qualità e sicurezza (intesa come "safety" e "security") verso prodotti con un sempre più elevato "tasso di servizio".

Si è, così, sviluppata- in particolare nell'ultimo decennio- la c.d. "nutraceutica", ossia la tendenza a perseguire finalità salutistiche attraverso il consumo di alimenti funzionali o l'integrazione della dieta con specifici nutrienti per il raggiungimento di un più elevato tasso di benessere.

La crescente adesione a questo segmento di mercato ha poi spinto le imprese alimentari verso la ricerca di nuovi traguardi e spazi commerciali. Nasce, così, la "nutricosmetica", ossia l'utilizzo degli alimenti come non più in funzione delle loro naturali caratteristiche nutrizionali, bensì per soddisfare aspettative più "voluttuarie" quali il miglioramento dell'estetica ed il "fitness".

Il settore alimentare entra così in contatto con il mondo della cosmetica, il cui recente sviluppo normativo ha in parte ripreso alcuni modelli regolatori già sperimentati a livello UE per il "food".

Il convegno intende affrontare questa complessa tematica, analizzando i parallelismi e le divergenze fra le due discipline nonché le criticità che l'attuale distinzione normativa ha comportato nella tutela dei consumatori, onde valutarne i possibili sviluppi futuri.

La trattazione delle tematiche avrà taglio giuridico e tecnico, onde assicurare l'ampiezza e la completezza dell'analisi. 

Programma

I SESSIONE: LA NUTRACEUTICA FRA PROSPETTIVE DI MERCATO, RICERCA E PROFILI REGOLATORI
Ore 9,30: Saluto delle Autorità ed apertura dei lavori. Presiede: prof. avv. Vito Rubino

La difficile definizione di "nutraceutica" fra mercato e diritto.
Ore 10,00: Ingredienti, sostanze alimentari ed effetti salutistici. La prospettiva della ricerca.
Relatore: prof. Marco Arlorio, Professore Associato di Chimica degli alimenti, UNIUPO.

Ore 10,45: I botanicals negli alimenti generici e negli integratori alimentari. Quali prospettive?
Relatore: dott. Luca Bucchini, Hylobates Consulting srl.

Ore 11,15: Le piante officinali ed il loro inquadramento giuridico.
Relatore: prof.ssa Eleonora Sirsi, Professore Associato di Diritto Agrario, UNIPI.

Ore 11,45: Nutraceutica e comunicazione ai consumatori. Gli orientamenti dell'Autorità Garante Concorrenza e Mercato.
Relatoredott.ssa Marina Catallozzi, Autorità Garante Concorrenza e Mercato.

II SESSIONE: LA NUTRICOSMETICA FRA BENESSERE E SALUTE
Ore 14,15: I Beauty Claims nella pratica di mercato e nella normativa UE.
Relatore: dr. Laure Normand, Regulatory Affairs Advisor, PharmD, France.

Ore 14,45: I Claims dei prodotti cosmetici: Regolamento (UE) n. 655/2013.
Relatore: dott. Giancarlo Melato, responsabile Area tecnico-normativa Cosmetica Italia - associazione nazionale imprese cosmetiche.

Ore 15,30: Cosmetici e denominazioni geografiche protette.
Relatore: avv. Valeria Paganizza, studio legale Borghi, Cento.

NB: Il convegno è accreditato per n. 2 crediti formativi presso l'Ordine degli Avvocati di Alessandria

Scarica la Locandina in formato PDF


GIORNATA FORMATIVA: 

17-04-2015: ADDITIVI, AROMI ED ENZIMI; I TRATTAMENTI DEGLI ALIMENTI.

Docenti:
prof. Carlo D'Ascenzi, Università di Pisa;
prof. Marco Arlorio, Università del Piemonte Orientale;
dott. Giuseppe De Giovanni, Esperto di legislazione alimentare.

La lezione ha analizzato i seguenti temi:Analisi della legislazione e della giurisprudenza in materia di additivi, enzimi, aromi negli alimenti e dei relativi trattamenti. Etichettatura degli additivi, enzimi ed aromi.

Orario: dalle 10,00 alle 13,00; dalle 14,00 alle 17,00.
Sede: Palazzo Borsalino, Via Cavour 84, 15121 Alessandria. Collegamento streaming in diretta per chi non possa frequentare in aula.


GIORNATA FORMATIVA: 

08-05-2015: L'ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI. DAL REGOLAMENTO 1169/2011 UE ALLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN ITALIA. IL CODICE DEL CONSUMO E L'ATTIVITA' DELL'AGCM.

Docente:
avv. Valeria Pullini, foro di Ferrara.

La lezione ha analizzato i seguenti temi: Il regolamento 1169/2011 Ue sull’etichettatura degli alimenti e la sua attuazione. Le competenze dell’AGCM in materia di pratiche commerciali sleali.

Orario: dalle 10,00 alle 13,00; dalle 14,00 alle 17,00.
Sede: Palazzo Borsalino, Via Cavour 84, 15121 Alessandria. Collegamento streaming in diretta per chi non possa frequentare in aula.


Fra i convegni di particolare importanza tenuti in Alessandria negli ultimi anni si segnalano inoltre:

13-6-2014: I DIECI ANNI DEL “PACCHETTO IGIENE” FRA TUTELA DELLA SALUTE, CRISI ECONOMICA ED ESIGENZA DI RILANCIO DELLE IMPRESE. 

Il 13 giugno 2014, in occasione del "decennale" della pubblicazione del c.d. "pacchetto igiene" si è svolto in Alessandria un convegno finalizzato a "fare il punto" sull'applicazione della normativa in materia, fra proposte di riforma e crisi economica.

Il convegno si è articolato in due distinte sessioni.

La sessione mattutina è stata dedicata all'analisi dell'applicazione concreta della disciplina sul controllo ufficiale e sull'igiene degli alimenti nel periodo 2004 - 2014, con interventi del prof. Renato Balduzzi (già Ministro della Salute, Università Cattolica, Milano) sul tema della riforma del SSN in tempi di "spending review", del dott. Silvio Borrello (DG Sicurezza degli Alimenti e Nutrizione, Ministero della Salute), sulla proposta di riforma del  regolamento 882/04 CE sui controlli ufficiali, del prof. Ferdinando Albisinni (Università della Tuscia) sulla valenza giuridica del "pacchetto igiene" e sulle sue prospettive di riforma, nonché del dott. Gianfranco Corgiat Loia (Dirigente Regione Piemonte), sulla problematica del bilanciamento fra esigenze di competitività delle imprese e tutela della salute nella normativa sui controlli ufficiali e sulla sicurezza igienica delle produzioni alimentari. La sessione è stata conclusa dall'intervento del dott. Alberto Mancuso (ispettore FVO) con la valutazione del ruolo dell'OSA nel complesso sistema pubblicistico e privatistico della sicurezza alimentare.

La sessione pomeridiana è stata aperta dalla relazione del dott. Gianni Di Falco (presidente FIT- Italia) sui modelli di coesistenza fra controllo pubblico e controllo privato (certificazioni) ed è poi proseguita con una tavola rotonda dedicata alla flessibilità applicativa del "pacchetto igiene" e l'esigenza di delegificazione. Hanno preso parte alla discussione il prof. Avv. Fausto Capelli, Direttore della Rivista Diritto Comunitario e degli Scambi Internazionali, il prof. Luis Gonzalez Vaqué, Presidente del "China-European Union Food Law Working Party", il prof. Joerg Luther, Ordinario di istituzioni di Diritto Pubblico, Università degli Studi del Piemonte Orientale; il dott. Gabriele Rotini, responsabile C.N.A. Alimentare e l'avv. Vito Rubino, ricercatore di Diritto UE nell'Università del Piemonte Orientale.

 

Attesa l'importanza della materia è previsto un nuovo incontro quando la riforma della normativa UE sui controlli ufficiali sarà definitivamente approvata.


 

21-06-2013LIBERA CIRCOLAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI E RESPONSABILITA' DEI PRODUTTORI NEL NUOVO SPAZIO DI LIBERTA', SICUREZZZA E GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA. 

Il convegno costituiva la presentazione dei risultati della ricerca effettuata dall'Unità locale del Piemonte Orientale nell'ambito del progetto PRIN 2009 2009T5BNHY_003 dedicato a "l'incidenza della nuova Europa dopo il Trattato di Lisbona sulla Politica Agricola Comunitaria, sulla sicurezza alimentare e sull'ambiente", cofinanziato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Al tavolo dei relatori si sono alternati autorevoli studiosi del diritto dell'Unione europea, del diritto Agrario e del Diritto Commerciale, oltre ad esperti della materia.

Nella sessione mattutina sono stati, in particolare, affrontati temi quali la disciplina delle pratiche commerciali sleali (prof. Luis Gonzalez Vaqué, Barcelona), dell'armonizzazione delle discipline nazionali nel settore della tutela dei consumatori ad opera dell'Unione europea (prof. Gilles Paisant, Université de Savoie, Chambery), della tutela costituzionale del consumatore (prof. Massimo Cavino, Università del Piemonte Orientale), nonché questioni attinenti i risvolti internazional-privatistici della materia, grazie alle relazioni del prof. Ugo Villani (Università di Bari "A. Moro") e del prof. Giuseppe Coscia (Università del Piemonte Orientale).

Nella sessione pomeridiana il "focus" si è spostato sull'evoluzione dei rapporti commerciali fra professionisti e imprese nel mercato unico europeo, con relazioni dedicate alla disciplina del nuovo articolo 62 della l. 27/2012 sui rapporti commerciali nella filiera alimentare (prof. Paolo Borghi, Università di Ferrara), la disciplina del commercio elettronico (avv. Andrea Sirotti Gaudenzi) e le conclusioni relative alla responsabilità per danno da prodotto difettoso (avv. Vito Rubino, Università del Piemonte Orientale).

 

Al convegno hanno preso parte numerose imprese, professionisti, funzionari pubblici, esponenti delle Associazioni di Categoria e dei consumatori.


18-1-2012: LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE U.E. SULL'ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI.

Aula Magna, sede U.P.O. di Alessandria, via T. Michel 11.

Prof.ssa Berta

Il giorno 18 Gennaio presso l’Aula Magna della sede U.P.O. di Viale Teresa Michel 11 si è tenuto il convegno nazionale dedicato alla “nuova regolamentazione U.E. sull’etichettatura degli alimenti”.

L’iniziativa ha registrato uno straordinario successo: oltre 220 partecipanti fra imprese, professionisti e pubbliche amministrazioni hanno presenziato in sala, mentre svariati altri erano collegati in diretta via web da tutta Italia.

I lavori sono stati aperti dal saluto della prof.ssa Graziella Berta, nuovo direttore del Dipartimento di Scienze ed Innovazione Tecnologica e delegata di Ateneo per la ricerca, nonché del prof. Alberto Cassone, Decano del neocostituito Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economiche e Sociali.

Il programma ha suddiviso la trattazione in due distinte sessioni: al mattino (9,30 – 13,30) è stato presentato il nuovo regolamento U.E. 1169/11 nei suoi aspetti generali (relatore dott. Giuseppe De Giovanni, già Dirigente del Ministero delle Attività Produttive, consulente), e in alcuni profili di criticità (disciplina dell’origine degli alimenti, Prof. Giuseppe Coscia, docente di Diritto Internazionale Privato e Processuale nel corso di laurea in Scienze Giuridiche U.P.O.; disciplina della responsabilità degli operatori, avv. Vito Rubino, ricercatore U.P.O. in Diritto dell’Unione europea). Nella sessione pomeridiana sono stati, invece, affrontati problemi specifici: la tematica degli allergeni (prof.ssa Patrizia Restani, Associato di Chimica degli Alimenti, Facoltà di Farmacia, Università di Milano) e la complessa disciplina dei prodotti erboristici, nutraceutici ed integratori alimentari (avv. Valeria Pullini, Ferrara).

L’attenzione dei partecipanti e le numerose domande pervenute durante e dopo il convegno hanno testimoniato l’elevato gradimento per l’iniziativa, di cui, in molti, hanno chiesto la ripetizione.

Prof. Rubino