Convegno 2018

dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30.

Il settore alimentare è frequentemente al centro di contenziosi legati alle privative portate dalla registrazione di marchi e denominazioni geografiche, nonché alle c.d. "pratiche commerciali sleali" in materia di comunicazione e concorrenza.

Il convegno si propone quindi di "fare il punto" sulla materia in una lettura "multilivello" delle problematiche ad essa connesse: la dimensione nazionale (legata soprattutto all'applicazione giurisprudenziale delle norme UE), quella dell'Unione europea (fra politiche e giurisprudenza della Corte di giustizia), e quella internazionale (in particolare con riferimento ai numerosi accordi commerciali bilaterali che l'Unione europea sta concludendo negli ultimi anni).
Attesa la levatura internazionale del tema e di alcuni relatori, il convegno si terrà nelle due lingue ufficiali: italiano ed inglese.
 
La partecipazione è gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili (60).
Gli iscritti al Corso di Alta Formazione in Legislazione Alimentare hanno diritto di partecipare al convegno con priorità.
PROGRAMMA:
SESSIONE MATTUTINA (9,00 - 12,30): LA TUTELA DELLE INDICAZIONI GEOGRAFICHE NELL'ATTUALE SCENARIO GLOBALE.
Ore 9,00: apertura lavori. Ricordo di Nicola Coppola.
Ore 9,15: prima relazione: la protezione delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche nell'Unione europea e nel diritto internazionale, fra globalizzazione e neo-localismo;
Relatore: Avv. Prof. Fausto Capelli, Direttore della Rivista Diritto Comunitario e degli Scambi Internazionali.
Ore 10,00: seconda relazione: le denominazioni geografiche e le menzioni tradizionali dei vini nella OCM Unica: considerazioni a 10 anni dalla riforma
Relatore: Avv. Duilio Cortassa, foro di Torino;
Ore 10,45: terza relazione: La tutela delle specialità alimentari nel Regno Unito: problemi e prospettive in vista dell'uscita dall'Unione Europea;
Relatore: prof. Maurizio BorghiProfessor of Law and Director Centre for Intellectual Property Policy & Management, Bournemouth University;
Ore 11,30: quarta relazione: il ruolo dei Consorzi di tutela nell'attuale scenario globale del mercato dei prodotti di qualità;
Relatori: Dott. Alessandro Chiarini, Responsabile ufficio legale Consorzio per la Tutela Formaggio Grana Padano DOP; Avv. Giorgio Bocedi, Consorzio per la Tuela del Formaggio Parmigiano Reggiano DOP;
Ore 12,30: Test finale di apprendimento studenti CAFLA 2018.
Ore 13,15: buffet presso l'atrio di Palazzo Borsalino.
Ore 14,15: SESSIONE POMERIDIANA (14,15 - 17,00): PROPRIETA' INTELLETTUALE E CONCORRENZA NEL SETTORE ALIMENTARE.
Ore 14,15: prima relazione: Comunicazione e proprietà intellettuale fra "globale" e "locale";
Ore 15,00: seconda relazione: la tutela del "made in Italy" fra integrazione europea ed ordinamenti nazionali.
Relatore. Avv. Vito Rubino, Università del Piemonte Orientale;
Ore 15,45: terza relazione: l'esperienza della giurisprudenza italiana nella tutela della proprietà industriale e dei nomi geografici nel settore alimentare;
Relatrice: dott.ssa Gabriella Ratti, Tribunale di Torino, Presidente sezione per le imprese;
Ore 16,30:cerimonia di consegna degli attestati CAFLA 2018 e conclusione lavori.
NB: titoli delle relazioni e contenuti del convegno possono variare in funzione delle disponibilità dei relatori.